Categoria Home

Le malattie neurodegenerative sono gravi malattie caratterizzate dalla Perdita della funzione dei neuroni cerebrali che causano la perdita progressiva delle funzioni fisiche e mentale che causano la demenza e la mortalità precoce. Le malattie neurodegenerative e la demenza sono in costante aumento con una incidenza di 17,2 milioni nel mondo ed è stato stimato che una riduzione dei fattori di rischio del 10-25% potrebbe ridurre l’incidenza di queste malattie da 1 a 3 milioni di persone nel mondo e di 200.00 a 500.00 solo negli USA.(1). Lo sviluppo di queste malattie è favorito da fattor epigenetici, e dal potenziale ruolo della modifica del DNA, tuttavia l’origine rimane largamente inspiegata (2).

     La malattia di Alzheimer’  è la causa più frequente di demenza nel mondo c...

Leggi

Vittorio Emanuele Bianchi
Department of Nutrition, Metabolism, and Endocrinology, Clinical Center Stella Maris, Strada Rovereta, 42, 47898, Falciano, San Marino

Il grasso corporeo è fonte di produzione di sostanze infiammatorie, chiamate citokine, che agiscono su tutti i tessuti del corpo. Un eccesso di grasso corporeo è correlato con un aumento delle componenti infiammatorie e predispone alle malattie croniche degenerative. La riduzione del grasso corporeo mediante una dieta equilibrata svolge una potente azione anti-infiammatoria.


s u m m a r y
Background: Chronic inflammation is a process sustained by the augmentation of circulating cytokines
level and C-reactive protein (CRP). Adipocytes and adipose tissue infiltration with inflammatory cells, are
an important source of adipokines p...

Leggi

Vittorio Emanuele Bianchi, MD

Nei pazienti con malattie cardiovascolari, la corretta alimentazione ha un effetto determinante sulla funzione del cuore. In particolare, nei malati di scompenso cardiaco la dieta dovrebbe essere leggermente più alta di calorie e con un basso apporto di grassi e alto apporto di carboidrati. Il cuore ischemico infatti, non utilizza più i grassi che anzi sono dannosi al miocardio, ma prevalentemente i carboidrati. Inoltre in questi pazienti la perdita di peso è correlata con il rischio di mortalità.


Abstract: Themetabolic sources of energy for myocardial contractility include mainly free fatty acids (FFA) for 95%, and in lesser amounts for 5% from glucose and minimal contributions from other sub-strates such lactate, ketones, and aminoacids...

Leggi

Molti studi clinici hanno dimostrato che il testosterone, e gli androgeni in generale, possiede spiccati effetti anti-infiammatori. Tale effetto si esplica prevalentemente inibendo la formazione del grasso corporea, in particolare dell’adipocita che è la sorgente principale delle citokine infiammatorie. In particolare il testosterone inibisce la formazione di interleuchine (IL-6, IL-1, TNF-α). In soggetti con bassi livelli di testosterone circolante la componente infiammatoria è aumentata, mentre la terapia con testosterone la inibisce.


Low plasma testosterone (T) levels correlated with metabolic syndrome, cardiovascular diseases, and
increased mortality risk. T exerts a significant effect on the regulation of adipose tissue accumulation,
and in the glucose and lipids metabolism...

Leggi

Alimentazione per lo sviluppo muscolare

Il muscolo è il tessuto più sensibile alle variazioni della nutrizione e dell’esercizio. Uno squilibrio nutrizionale o un esercizio eccessivo compromettono la funzione e lo sviluppo delle fibre muscolari.

Nello sviluppo muscolare sono coinvolti vari processi fisiologici che sono la predisposizionegenetica, i livelli ormonali, e l’alimentazione che non è l’ultimo dei fattori descritti. Sia nell’uomo che nella donna.

Per importanza direi che la genetica è un fattore determinante, ma senza un adeguato regime alimentare e di allenamento non si possono ottenere i migliori risultati.

Infatti, pur avendo una ottima muscolatura di base, una alimentazione inadeguata può compromettere un ulteriore sviluppo del muscolo...

Leggi

ORIGINE DELL’OBESITA’

NUTRIZIONE
GENETICA
ESERCIZIO FISICO RIDOTTO
OBESITA

Equazione del Bilancio Energetico
Equilibrio = E introdotta – E spesa’

Quale terapia?

Questa premessa spiega l’importanza di una “strategia di terapia dell’obesità” a lungo termine per la prevenzione e terapia dell’obesità.

La necessità di un’ approccio multidisciplinare con iniziative ambientali e modifiche del comportamento.

Kumanyika SK. Overview and Some Strategic Considerations. Annu. Rev.
Public Health 2001. 22:293-308

Strategia di successo nella cura dell’obesità

1. Modifica del comportamento alimentare (terapia cognitiva)
2. Terapia psicologica
3. Dieta
4. Esercizio fisico
5. Farmaci

Esercizio Fisico e Comportamento alimentare

L’esercizio fisico è stato dimostrato essere un importante...

Leggi

L’ESERCIZIO DI RESISTENZA IN SOGGETTI CON MALATTIE CARDIOVASCOLARI

Aspetti fisiologici dell’esercizio sull’attività cardiovascolare

• Effetti dell’esercizio di resistenza in persone con o senza malattie cardiovascolari,
• La sicurezza e la efficacia dell’esercizio di resistenza,
• I rapporti con la salute,
• Fornire le linee guida per la prescrizione dell’esercizio di resistenza.

Attività aerobica e prevenzione cardiovascolare

• Negli anni ‘60 e ‘70 vari ricercatori iniziarono a promuovere l’ esercizio aerobico per i programmi di fitness degli adulti.

Cureton TK. The physiological effects of exercise program upon adults. Springfield, IL: Charles C, Thomas Co 1969
Golding LA et al. Y’s way to fitness: The complete guide to fitness testing and instruction...

Leggi

Testosterone, myocardial function, and mortality

Il testosterone ha un potente effetto cardioprotettivo ed in soggetti con bassi livelli circolanti di testosterone aumenta il rischio di mortalità anticipata. In pazienti con malattia cardiovascolare, come l’infarto e lo scompenso cardiaco, il testosterone svolge un importante ruolo terapeutico e si è riscontrato che in pazienti con un ridotto livello di testosterone la funzionalità del cuor è ridotta. Nell’articolo sono spiegati meccanismi di azione del testosterone a livolle cellulare. Questo ha importanti implicazioni a livello della terapia nei pazienti con scompenso cardiaco.


Abstract

The cardiovascular system is particularly sensitive to androgens, but some controversies exist regarding the effect of testosterone on the heart...

Leggi

TERAPIA DELLA OBESITA’

L’eccesso di grasso corporeo in una persona ha una origine complessa, è causato da vari fattori ed è importante l’approccio terapeutico giusto per ottenere dei risultati significativi. Non è necessario fare diventare un obeso magro, ma ridurre anche di poco l’eccesso di grasso corporeo determina importanti miglioramenti sulla salute. Per l’incidenza e i costi sociali dell’obesità si rimanda al libro: Longevity: il segreto degli ormoni. Di Vittorio Bianchi.

Prima di tutto bisogna escludere quelle malattie ormonali che causano l’obesità e sono indipendenti dalla volontà del paziente. Queste malattie comprendono disfunzioni della tiroide (ipotiroidismo), il morbo di Cushing. Un attento esame ormonale consentirà di fare la diagnosi corretta.

Il trattam...

Leggi

GLI STEROIDI ANDROGENI

Effetti clinici, Classificazione e Meccanismo d’azione

 

Introduzione.

Gli androgeni sono una famiglia di farmaci derivati dal testosterone ed esercitano i loro effetti su molti organi e tessuti del corpo umano come i caratteri sessuali e delle riproduzione, il muscolo, l’osso, la pelle ed i capelli, il fegato, il rene il tessuto emopoietico, il sistema immunitario ed il sistema nervoso centrale e periferico (Mooradian, Morley et al. 1987). L’effetto principale di questi ormoni è la mascolinizzazione, cioè l’accentuazione delle caratteristiche fisiche maschili...

Leggi